Video-presentazione del Master di I livello in Sistemi di prevenzione e contrasto della corruzione

05 Ottobre 2021

Chi opera costantemente nella Pubblica Amministrazione sa che il fine ultimo dell’attività amministrativa è l’interesse pubblico. Talvolta, però, capita che vi sia un malfunzionamento della macchina amministrativa e tale interesse collettivo viene a mancare per far prevaricare il mero interesse privato. Ne consegue l’uso improprio e dispendioso delle risorse pubbliche, il danno all’immagine della PA stessa e la perdita della sua credibilità.

Per contrastare il fenomeno corruttivo e al contempo stimolare la cultura della lealtà nella Pubblica Amministrazione, UnitelmaSapienza – in qualità di organismo di formazione – ha deciso di istituire il Master di I livello in Sistemi di prevenzione e contrasto della corruzione attivato dall’Avvocatura Generale dello Stato.

Il Master offre formazione specifica e competenze multidisciplinari nell’area della prevenzione e del contrasto della corruzione amministrativa, incluso il settore dei contratti pubblici, anche attraverso l’applicazione degli strumenti dell’intelligenza artificiale e con una visione sulle strategie impiegate a livello europeo e globale.

Sono previsti sei moduli: dinamica e storia della corruzione e delle mafie; i settori di rischio; il contrasto, dai reati corruttivi alle interdittive antimafia; gli strumenti di prevenzione; l’intelligenza artificiale come strumento di prevenzione; la corruzione come fenomeno globale.

Il master è stato presentato lo scorso 7 maggio dall’Avvocato Generale dello Stato Gabriella Palmieri Sandulli, il Rettore di Unitelma Sapienza Folco Biagini, il Procuratore Generale della Corte dei conti Angelo Canale e il Presidente Anac Giuseppe Busia si confronteranno sul Pnrr e il contrasto alle infiltrazioni criminali.