Sostenibilità ed economia circolare, i progetti di ricerca di UnitelmaSapienza

23 Settembre 2021

Il tema della sostenibilità e dell’economia circolare sta diventando sempre più una priorità e parte integrante delle strategie politiche di molti Paesi, sia in Europa che nel mondo, e sta avendo un crescente impatto sulle istituzioni, sulle imprese e – più in generale – sui comportamenti dei cittadini.

Ma cosa si intende con il termine sostenibilità? Nelle scienze ambientali ed economiche, secondo la definizione proposta nel rapporto “Our Common Future” pubblicato nel 1987 dalla Commissione Bruntland del programma delle Nazioni Unite per l’ambiente, per sviluppo sostenibile si intende lo sviluppo che è “in grado di soddisfare i bisogni delle generazioni attuali senza compromettere la possibilità che le generazioni future riescano a soddisfare i propri".

Un concetto semplice quanto fondamentale che pone una riflessione accurata sui comportamento da adottare verso questa necessaria transizione ecologica, rispettando i principi della circolarità ma anche perseguendo gli obiettivi dell’Agenda 2030 - un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU - armonizzando tre elementi fondamentali: la crescita economica, l’inclusione sociale e la tutela dell’ambiente.

Obiettivi che vanno raggiunti con uno sforzo comune da parte del mondo accademico e della ricerca, dei policy maker e delle imprese.

In questo contesto, in particolare all’interno della sfera accademica, si inserisce l’impegno di UnitelmaSapienza attraverso le attività della Scuola di alta formazione sulla Sostenibilità e l’Economia Circolare (SUSTAIN), che promuove la ricerca sulle tematiche della sostenibilità e dell’economia circolare rafforzando il legame con gli SDGs – Sustainable Development Goals e contribuendo al loro raggiungimento.

La scuola SUSTAIN porta avanti varie attività di ricerca, tra cui quella svolta nell’ambito del progetto di ricerca europeo LIFE EBP, finanziato nell’ambito del programma LIFE (2020-2024), e del progetto BioTOP “Transformative Innovation Policy in the Bioeconomy – Status quo, Windows of Opportunities and Strategies”, entrambi lavori coordinati dal professore Piergiuseppe Morone che insegna politica economica presso UnitelmaSapienza.