Smart Working al tempo del COVID-19

04 Maggio 2021

Gentili colleghi, gentili studenti,

ringrazio nuovamente i docenti, il personale tecnico amministrativo, gli studenti e le loro famiglie che hanno collaborato alla realizzazione della ricerca dal titolo “COVIDVENZA: La convivenza confinata al tempo del COVID-19”, promossa, nell’aprile 2020, da me e dalla prof.ssa Anna Maria Giannini, responsabile del Laboratorio di Psicologia Sperimentale Applicata del Dipartimento di Psicologia di Sapienza Università di Roma.

 

Il 25 gennaio di quest’anno vi avevo informato della pubblicazione dei primi risultati dell’indagine nell’ambito del numero speciale L’impatto dell’emergenza COVID-19 sulla qualità della vita sull’intera popolazione nel Journal of Clinical Medicine con il titolo Forced cohabitation during Coronavirus lockdown in Italy: a study on coping, stress and emotions among different family patterns. Clinical Medicine (2020 Dec.; 9(12): 3906. jcm9123906)

Link ⇒ https://doi.org/10.3390/jcm9123906

 

Ho il piacere ora di informarvi che un nuovo articolo, dedicato al confronto tra diverse categorie di lavoratori che hanno fatto ricorso allo smart working, con particolare riferimento agli insegnanti, è stato pubblicato nei giorni scorsi.

Ecco il link (10.3390/su13094850) e i riferimenti dello studio:

Mari, E.; Lausi, G.; Fraschetti, A.; Pizzo, A.; Baldi, M.; Quaglieri, A.; Burrai, J.; Barchielli, B.; Avallone, F.; Giannini, A.M. Teaching during the Pandemic: A Comparison in Psychological Wellbeing among Smart Working Professions. Sustainability 2021, 13, 4850. https://doi.org/10.3390/su13094850

 

Francesco Avallone