Riscatto della Laurea, agevolazioni fino al 2022

06 Maggio 2021

Riscattare il periodo di studi universitari per arrivare prima alla pensione. Rispetto al passato, ora esistono interessanti agevolazioni per ottenere il riscatto della laurea, ovvero il recupero degli anni di studio a fini pensionistici. Con probabili proroghe fino al 2022.

Riscatto della Laurea: cos'è e a chi è rivolto?

Recuperare gli anni dedicati allo studio per poterli “conteggiare” a fini pensionistici. È questo, in estrema sintesi, il riscatto della laurea: il recupero previdenziale degli anni in cui un lavoratore è stato iscritto all'università, in forma di riscatto.

Il riscatto della laurea a condizioni agevolate, in fase sperimentale ormai da due anni, sarà consentito fino al 31 dicembre 2021. Ma già si pensa ad una proroga, viste le numerose richieste pervenute all’INPS. Per questo la possibilità di riscattare il periodo di studi universitari a fini pensionistici potrebbe essere prorogato di un ulteriore anno, fino al 31 dicembre 2022.
Vediamo insieme chi può accedere alle agevolazioni, quali sono i "paletti" e quale procedura occorre seguire.

Riscatto Laurea: chi ne ha diritto?

Il riscatto della laurea, ovvero del recupero a fini pensionistici degli anni dedicati alla carriera universitaria, è una misura decisamente vantaggiosa. Anche per questo motivo il riscatto della laurea è stato riconfermato dal Governo.

Per ottenere il riscatto della laurea è necessario avviare una procedura sul portale INPS.

Ma vediamo prima chi ne ha diritto. Innanzitutto non vi sono limiti di età per accedere a questa misura. Inoltre, possono farne richiesta i lavoratori dipendenti, quelli autonomi e, infine, anche le persone inoccupate.

Il riscatto della laurea può essere richiesto anche da coloro che hanno conseguito una laurea di vecchio o nuovo ordinamento, o un diploma di specializzazione post laurea, o un dottorato di ricerca, o ancora un diploma AFAM o, infine, un titolo di studio universitario conseguito all'estero.

Ai fini del riscatto della laurea non è invece possibile conteggiare gli anni di studio fuori corso, così come gli anni di corso già coperti da contribuzione.

Come funziona e quanto costa il riscatto della Laurea?

La domanda per il riscatto degli anni degli studi universitari può essere effettuata sul sito dell’INPS, utilizzando il sistema di pagamento Pago PA, fino al 31 dicembre 2021.

A questo proposito, come abbiamo già scritto sopra, segnaliamo la possibilità di una proroga della misura agevolata per il riscatto della laurea fino a tutto il 2022.

Il costo agevolato per riscattare la laurea è di circa di 5.200 euro l’anno. Dunque, per un corso di studi della durata di 4 anni l'importo da corrispondere all'istituto previdenziale per ottenere il riscatto della laurea sarà di circa 20 mila e 800 euro.

L'importo è detraibile fiscalmente al 50% e si può pagare in un'unica soluzione. In alternativa, è possibile rateizzare l'importo per un massimo di 10 anni, senza interessi.