12 Novembre 2018
Logo dell'Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza

Il Disegno di Legge di Bilancio 2019 prevede l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro privati che, a decorrere dall'1-01-2019 e fino al 31-12-2019, assumano con contratto subordinato a tempo indeterminato «cittadini in possesso della laurea magistrale, ottenuta dall’1-01-2018 al 30-06-2019 con una votazione pari a 110 e lode entro la durata legale del corso di studi, prima del compimento del trentesimo anno di età». Si richiede che il titolo di studio sia conseguito «in università statali e non statali legalmente riconosciute, ad eccezione delle Università telematiche».

Si richiede che venga modificata la parte che esclude i laureati delle università telematiche dal beneficio. La disposizione, se venisse così mantenuta, introdurrebbe una distinzione ultronea e illegittima tra università non telematiche e università telematiche, che si ripercuoterebbe inesorabilmente sui cittadini in maniera ingiustificatamente discriminatoria.
Una tale ingiustizia colpirebbe, per altro, delle scelte operate dai giovani nel passato, al momento dell’iscrizione all’università.
Il nostro Ateneo intende enfatizzare con fermezza che, nell’ambito delle università non statali, la distinzione operata nei confronti delle università telematiche non può che implicare unicamente una diversa modalità di erogazione della didattica, rispettivamente in presenza e in e-learning, mentre nessun’altra differenza deve conseguirne in ordine alle modalità e agli strumenti attraverso cui viene garantita la qualità della ricerca e della didattica e vengono accertate – come avviene con scrupoloso rigore in Unitelma Sapienza, Università in proprietà di Sapienza - Università di Roma – le conoscenze e le competenze degli studenti in sede di esami di profitto e di esame finale per il conseguimento del titolo di studio.
Alla luce di tutto ciò, nella certezza della ponderata analisi della questione da parte dei competenti organi del Governo della Repubblica, si intende qui far pieno affidamento sul necessario stralcio dell’eccezione relativa alle università telematiche, prospettata dall’attuale testo del Disegno di Legge di Bilancio 2019.

Cfr. infra il testo integrale della lettera inviata da Unitelma Sapienza che recepisce quanto disposto dal Senato Accademico dell’Ateneo, in data 7 novembre 2018, e supportato dal Consiglio d'Amministrazione nel corso della seduta del 14 novembre 2018.