Le società cooperative nel nuovo Codice della crisi d’impresa

27 Giugno 2019
Immagine di un gruppo di imprenditori in riunione

Giovedì 27 giugno 2019 - ore 9

Facoltà di Economia - Sala Acquario

Via del Castro Laurenziano, 9 - Roma

L’applicazione del nuovo Codice della crisi d’impresa alle società cooperative solleva diverse problematiche, alla luce della perdurante necessità di applicare a tale forma di produzione il principio di solidarietà mutualistica, come richiede l’art. 45 Cost.

Come noto, anche nella fase di gestione della crisi della società cooperativa emerge tale tratto caratteristico della disciplina, essendo prevista la sottoposizione all’(ormai ex) fallimento soltanto per le società cooperative che svolgono attività commerciale, secondo il sistema del doppio binario, che attribuisce all’Autorità governativa il potere di disporre altrimenti, in caso di insolvenza, la liquidazione coatta amministrativa.

Le “novità” recate dal Codice della crisi d’impresa – in primis la previsione di sistemi di prevenzione e allerta – richiedono pertanto una ponderata riflessione per consentirne un’applicazione appropriata al “tipo” società cooperativa, sia per salvaguardarne le peculiarità, sia per poter conseguire un impatto proficuo ed efficiente della nuova regolamentazione.