Economia circolare, un incontro organizzato da Unitelma Sapienza

06 Marzo 2020
Economia circolare

Un incontro scientifico interamente dedicato all’economia circolare quello che si è tenuto lo scorso 21 febbraio nell’Aula Magna di Unitelma Sapienza a Roma.

L’incontro dal titolo L’Economia circolare, sviluppi e prospettive, si è occupato dell’economia circolare e delle sue implicazioni nel diritto costituzionale, della bioeconomia e dell’evoluzione della tutela penale in ambito ambientale.

Con la locuzione economia circolare si definisce un sistema economico in grado di rigenerarsi da solo, garantendo dunque anche la sua ecosostenibilità. Un sistema economico pianificato per riutilizzare i materiali in successivi cicli produttivi, riducendo al massimo gli sprechi. Si tratta di un sistema alternativo all’attuale modello economico lineare, in grado di portare vantaggi per l’ambiente, la crescita e i cittadini.  Un modello di produzione e consumo che implica condivisione, prestito, riutilizzo, riparazione, ricondizionamento e riciclo dei materiali e dei prodotti esistenti il più a lungo possibile.
In questo modo si estende il ciclo di vita dei prodotti, contribuendo a ridurre il quantitativo di rifiuti al minimo. Una volta che il prodotto ha terminato la sua funzione, i materiali di cui è composto vengono reintrodotti, laddove possibile, nel ciclo economico. Così si possono continuamente riutilizzare all’interno del ciclo produttivo, generando ulteriore valore.

Organizzata da AUS – Alumni di Unitelma Sapienza, la giornata AUS è stata un evento dedicato all’accrescimento culturale, professionale ed umano degli Alumni.

Oltre alle relazioni dei docenti Piergiuseppe Morone e Vincenzo Mongillo, sono intervenuti all’incontro tre ex studenti: Chiara Caiazza, Eleonora Nocco e Giuseppa Irene Poma, tutte laureate Unitelma Sapienza, che hanno esposto le loro ricerche sui temi oggetto dell’incontro.

Le riprese video dell’incontro sono visibili sul canale YouTube di Unitelma Sapienza,