Giornata mondiale del libro e del Diritto d'autore

23 Aprile 2021

Per il secondo anno consecutivo la Giornata mondiale del Libro e del Diritto d'autore si celebra nel corso di una pandemia. Nonostante le limitazioni agli eventi in presenza, il 23 aprile 2021 verrà ricordata in tutto il mondo l'importanza dei libri e della lettura. A partire da Tbilisi, in Georgia.

Perché si celebra la Giornata mondiale del Libro e del Diritto d'autore

La Giornata mondiale del Libro e del Diritto d'autore intende celebrare, in tutto il mondo, l'importanza del libro e della lettura come fattori di crescita delle popolazioni. La Festa del Libro nasce in Spagna nel 1926, in relazione alla celebrazione per San Giorgio, protettore di Barcellona, che ricorre nella giornata del 23 aprile. La stessa data è una ricorrenza singolare per la letteratura mondiale: proprio il 23 aprile sono morti, nello stesso anno 1616, William Shakespeare e Miguel de Cervantes. Da queste ricorrenze ha preso spunto l'UNESCO quando, nel 1996, ha istituito la Giornata mondiale del Libro e del Diritto d'Autore con l'intenzione di celebrare i libri e gli autori, incoraggiando al contempo l'accesso alla conoscenza attraverso i libri e la lettura.

La Giornata mondiale del Libro in tempo di pandemia

E' il secondo anno consecutivo che la Giornata mondiale del Libro si celebra a distanza: già nel 2020, a causa della pandemia, le iniziative si sono svolte in modalità virtuale, con tantissimi eventi in tutto il mondo, fruibili comodamente in formato digitale: maratone letterarie in streaming si sono alternate a presentazioni di libri, incontri con l'autore e approfondimenti sul tema del libro e della lettura.

Le celebrazioni per la Giornata mondiale del Libro e del Diritto d'autore rappresentano anche l'occasione per dare luce alle città che si impegnano nella promozione dei libri e della lettura. Su indicazione del Comitato consultivo per la Capitale mondiale del Libro, quest'anno è stata nominata Tbilisi, in Georgia. Per il 2022 invece si volerà in Messico, per celebrare il 23 aprile nella città di Guadalajara. In attesa che, prima o poi, anche le candidate italiane ricevano l'ambita nomination.