L’Organizzazione delle Nazioni Unite per la Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) ha lanciato nel 1992 il Programma UNITWIN/UNESCO Chairs. Si tratta di un programma pluriennale di attività didattiche e di ricerca promosse dall’Unesco su uno specifico tema che ha, altresì, lo scopo di promuovere la collaborazione internazionale interuniversitaria e l’organizzazione in rete per rilanciare le capacità istituzionali attraverso la condivisione di conoscenze e il lavoro collaborativo.

Le università, attraverso la Rete, mettono in comune le loro risorse umane e materiali per affrontare le sfide più pressanti e contribuire allo sviluppo della società. Spesso, la Rete delle Cattedre è in grado di fornire esperti e mediatori tra il mondo accademico, la società civile, le comunità locali, la ricerca e la politica, dimostrando la propria utilità nell’informare i decisori politici, stabilire nuove iniziative didattiche, generare innovazione attraverso la ricerca e contribuire all’arricchimento di programmi universitari esistenti promuovendo, allo stesso tempo, la diversità culturale.

Una Cattedra UNESCO viene istituita per un periodo di quattro anni tramite un accordo sottoscritto dal Direttore Generale di UNESCO e dal Rettore dell’università o dell’istituto di ricerca. Il programma UNITWIN Cooperation costituisce invece un partenariato tra UNESCO e una rete di università o di istituti di ricerca (da tre a dieci) situati in diversi paesi. Il partenariato viene formalizzato tramite la sottoscrizione di un accordo tra UNESCO e la rete, che deve esprimere gli obiettivi della collaborazione e i risultati attesi e descrivere i termini di funzionamento e di sostegno della rete.

Il programma UNITWIN/UNESCO Chairs viene attuato in via prioritaria nelle aree collegate ai settori di competenza di UNESCO, quali educazione, scienze naturali e sociali, cultura e comunicazione.