Cosa è

La videolezione costituisce il principale strumento di apprendimento autonomo da parte dello studente (vedi anche modello e-learning).

Il docente, ripreso in video, presenta contenuti che si riferiscono alle diversee aree tematiche caratteristiche di ciascun insegnamento.

La videolezione è integrata da documenti di supporto didattico (slides, norme e giurisprudenza, grafici e statistiche, bibliografie, filmati,etc).

Com'è strutturata

La lezione digitale è strutturata nel modo seguente:

Il sommario/indice costituisce la struttura della lezione stessa composta dai suoi paragrafi; l'indice della lezione è utile sia per avere una visione di insieme della lezione sia perché è possibile posizionarsi su di una parte dell'indice per visionare la lezione nel punto scelto. Il docente prepara per ciascuna lezione un indice della stessa; l'indice permette di collegare alla lezione audio-video i documenti citati. La lezione digitale è composta dai seguenti elementi di base:

  • l'indice
  • l'audio-video della lezione
  • i documenti integrabili alla lezione
Come accedere e fruire la lezione

Lo studente entra nel sistema didattico Unitelma Sapienza tramite user-id e password.

Sceglie il corso di laurea o il Master e quindi l'insegnamento che intende seguire e quindi la lezione di riferimento.

Lo studente prima di avviare la lezione in versione audio-video prende in esame l'indice della lezione e quindi può decidere di vedere la lezione dall'inizio oppure si posiziona su una parte dell'indice e segue la lezione a partire da quella parte corrispondente all'indice.

Lo studente può scegliere di seguire la lezione nella versione audio-video oppure solo audio ed ancora può scaricare i file audio MP3. Il tracciamento viene effettuato solo nella modalità audio-video.

Lo studente può quindi bloccare la lezione o tornare indietro oppure andare avanti quando lo ritiene; può prendere in esame qualsiasi parte della lezione.

Tutte le attività dello studente sono  tracciate in modo automatico.

Autoverifica dell'apprendimento

Il docente può preparare per gruppi di lezioni, ovvero per una parte del programma di studio, delle prove di autoverifica dell’apprendimento.

Queste prove possono avere la forma di domande multiple con un’unica risposta valida, ovvero con risposta V/F, ovvero prove di brevi composizioni.

La verifica dell’apprendimento in taluni casi è operata direttamente dallo studente e, in altri casi, viene operata dal docente o dal tutor secondo le indicazioni fornite.