Di seguito sono elencate le procedure da seguire per l'immatricolazione degli studenti stranieri ai corsi di laurea.

Corsi di laurea triennale e magistrale a ciclo unico

Gli studenti stranieri devono essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore conseguito dopo almeno 12 anni di scolarità complessiva, che consenta l’accesso in loco (presso le Università del Paese che ha rilasciato il titolo) ad un corso analogo a quello richiesto in Italia. Nei casi in cui il percorso sia inferiore ai 12 anni, è necessario dimostrare di aver frequentato l’Università e aver superato tutti gli esami previsti per 1 anno (se gli anni obbligatori di scolarità  sono 11) o 2 anni (se sono 10). In alternativa, per completare scolarità inferiori ai 12 anni, lo studente può presentare un titolo di studio post secondario conseguito in un Istituto superiore non universitario. Per ulteriori dettagli contattare le rappresentanze competenti o controllare le norme ministeriali.
I documenti necessari:

  • Titolo originale di scuola secondaria superiore o un certificato sostitutivo,  tradotto, legalizzato e munito di dichiarazione di valore; 
  • I cittadini non comunitari devono allegare altresì la carta di soggiorno o permesso di soggiorno in corso di validità; se invece provengono dall'estero la documentazione arriverà tramite la rappresentanza diplomatico – consolare italiana che rilascerà il visto di ingresso e una volta ottenuto il permesso di soggiorno lo studente è tenuto a consegnarne copia alla Segreteria Studenti;
  • Prova di idoneità: se nel paese estero è prevista una prova di idoneità accademica per l'accesso all'Università del paese, lo studente è tenuto a presentare anche il certificato di superamento di tale prova;
  • Eventuali certificati di conoscenza della lingua italiana.

La dichiarazione di valore è un documento rilasciato dalla rappresentanza diplomatico-consolare italiana nel paese al cui ordinamento appartiene la scuola che ha rilasciato il titolo. Non sono accettate eventuali dichiarazioni di valore rilasciate dalle rappresentanze straniere accreditate in Italia. La dichiarazione deve essere redatta secondo il modello ufficiale indicato dal Ministero alle rappresentanze diplomatiche.

Legalizzazione: gli originali di tutti i documenti di studio devono essere preventivamente vistati dalle autorità scolastiche per ogni paese di provenienza del documento (Es. Romania: Ispettorato scolastico territoriale oppure Ministero educazione, Ricerca e Gioventù) e successivamente legalizzati con apostilla dell’autorità competente del Paese (Es. Romania: Prefettura territoriale competente secondo la sede dell’autorità che ha precedentemente vistato il documento).

Traduzione: solo dopo aver legalizzato i documenti si può passare alla fase di traduzione che dovrà essere effettuata da un traduttore ufficiale autorizzato, asseverata (giurata) ed eventualmente legalizzata con applicazione di apostilla.
Se lo studente ha superato esami universitari all'estero di cui intende chiedere il riconoscimento deve obbligatoriamente presentare tutta la documentazione richiesta e la domanda preventiva volta a valutare e riconoscere le attività formative svolte all'estero.

Occorre inoltre  allegare al titolo di scuola secondaria (con traduzione, legalizzazione e dichiarazione di valore) un certificato con esami e i relativi programmi (entrambi tradotti e legalizzati).
Se lo studente ha anche un titolo conseguito all'estero ulteriore (es. laurea) di cui intende chiedere il riconoscimento, deve allegarlo alla documentazione (con traduzione, legalizzazione e dichiarazione di valore).

Corsi di laurea magistrale

Per accedere ai corsi di Laurea Magistrale è necessario essere in possesso di un titolo di studio di primo livello (Laurea): il sito di ogni corso di laurea magistrale riporta i requisiti di accesso al corso stesso con le indicazioni della classe di laurea necessaria e di altri requisiti. L’ammissione è comunque subordinata alla valutazione della carriera universitaria dello studente.
I documenti necessari:

  • Titolo originale universitario, o un certificato sostitutivo, conseguito all’estero corredato da Traduzione ufficiale in lingua italiana, legalizzazione e “dichiarazione di valore”.
  • Titolo originale di scuola secondaria superiore (con traduzione, legalizzazione e dichiarazione di valore). 
  • Certificato rilasciato dalla competente autorità accademica attestante gli esami superati (ore di attività didattica teorico-pratica, votazioni, ecc.) e i relativi programmi. Certificato e programmi devono essere tradotti e legalizzati. Gli esami ed i crediti acquisiti possono essere attestati dal diploma supplement, ove adottato. 
  • I cittadini non comunitari devono allegare altresì la carta di soggiorno o permesso di soggiorno in corso di validità; se invece provengono dall'estero la documentazione arriverà tramite la rappresentanza diplomatico – consolare italiana che rilascerà il visto di ingresso e una volta ottenuto il permesso di soggiorno lo studente è tenuto a consegnarne copia alla Segreteria Studenti.

 

Per avere informazioni più dettagliate rivolgersi alla Rappresentanza diplomatico-consolari italiane competenti per territorio e consultare le norme ministeriali.